Piante da interno

Piante Verdi

Piante Fiorite

Piante Ricadenti

Piante grasse

Le piante grasse vengono suddivise in 2 categorie : le cactacee che sono ricoperte di spine più o meno acuminate e le succulente che ne sono prive. L’attrazione verso queste piante dalla forma curiosa ed inconsueta ha fatto la fortuna delle piantine grasse, il loro  fascino ha fatto innamorare tanti appassionati che ne sono diventati collezionisti, considerando le migliaia di varietà esistenti. Le piante grasse anche se amano il pieno sole, (esposizione naturale per loro) sono facili da coltivare in appartamento con meno luce.  Molte di loro fioriscono come le Mammillarie che fanno parte della famiglia delle cactacee e provengono quasi tutte dal Messico. Se ne conoscono 200 specie, sono caratterizzate da dimensioni ridotte, da spine modeste, dalla fioritura molto bella ed elegante specialmente nei mesi primaverili. 

Orchidee

Le stelle di natale o euphorbia pulcherrima, richiedono temperature minime di 15°C, anche se resistono bene anche a 8°-10° di minima. Sono piante originarie del Messico, quindi da caldo e luce. Il nemico principale sono le elevate irrigazioni e la troppa siccità, gli stremi quindi. Occorre trovare un equilibrio nelle irrigazioni che consiste nel “Bagnare quando il terreno è asciutto, ma non eccessivamente”. Occorre sempre capire che se le temperature sono tendenzialmente basse si bagnerà poco, se invece sono tendenzialmente alte, verso i 22°C si dovrà bagnare di più, sempre per il fatto che le piante a temperature più alte vegetano, crescono e bevono di più, mentre quando le temperature sono basse rallentano le funzioni vitali e bevono di meno.