Piante da interno

Siamo nati come floricoltura e la coltivazione di piante da appartamento ci ha sempre appassionato.  Coltivare piante tropicali nei nostri climi (perchè le piante da interno sono queste, piante che naturalmente vivono nelle aree tropicali del pianeta ed hanno colori e forme più belle rispetto alle nostre piante spontanee), occorre essenzialmente un riscaldamento in inverno ed una sufficiente quantità di luce, quella che potremmo trovare in una giungla per capirci.       Nella serra dedicata alle piante d’appartamento coltiviamo le varietà di più facile coltivazione; come gli Spatiphillum, gli Anthurium, le Schefflera, i Ficus, le Beaucarnee, le Dieffenbachie, i Photos, le Sanseveria e per rimanere nel mondo tropicale orchidee Phalenopsis.                        Molte di queste piante sono destinate ad arredare le abitazioni, gli uffici o per essere regalate. Per Natale non mancano certo le Stelle di Natale che fiorendo in inverno rimangono sempre un tradizionale bel regalo.   Le piante da appartamento decorano i nostri ambienti donandoci quel contatto con la natura che ci è stato tolto dal vivere moderno. Specialmenti i giovani quando iniziano a vivere da soli si appassionano alla coltivazione di piante, ricordandosi i consigli delle mamme e delle nonne che forse provenivano da usanze contadine ormai dimenticate.

Coltivazione LUCE : le piante da interno devono avere una buona quantità di luce, questa dipende anche dal tipo di pianta, ma comunque vanno posizionate vicino alle finestre, alle porte finestre, d’inverno lontano da porte che si spalancano al freddo, le piante da interno non devono venire usate per riempire angoli bui della casa !                Piante che tollerano la scarsità di luce : Beaucarnea, Kentia, Chamadorea, Dieffenbachia, Spatiphillum, Photos, Aglaonema, Dracaena, Maranta, Yucca, Aspidistra.

 Coltivazione ACQUA : la maggioranza temono i ristagni d’acqua, le irrigazioni troppo frequenti o a calendario o il famigerato sottovaso con acqua sotto ! Le piante vogliono acqua quando le temperature sono alte oltre i 30°C, quando si disidratano perchè tira il vento (all’interno delle abitazioni no), o sono nei periodi di crescita che inizia in primavera arrivando all’apice in estate e continuano in autunno. Ma il periodo di crescita cessa in inverno, quindi in questo periodo pochissima acqua.

Coltivazione  CONCIME : concimate nei periodi vegetativi, descritti sopra con concimi liquidi discolti in acqua come da dose indicate in etichetta.

Le stelle di natale o euphorbia pulcherrima, richiedono temperature minime di 15°C, anche se resistono bene anche a 8°-10° di minima. Sono piante originarie del Messico, quindi da caldo e luce. Il nemico principale sono le elevate irrigazioni e la troppa siccità, gli stremi quindi. Occorre trovare un equilibrio nelle irrigazioni che consiste nel “Bagnare quando il terreno è asciutto, ma non eccessivamente”. Occorre sempre capire che se le temperature sono tendenzialmente basse si bagnerà poco, se invece sono tendenzialmente alte, verso i 22°C si dovrà bagnare di più, sempre per il fatto che le piante a temperature più alte vegetano, crescono e bevono di più, mentre quando le temperature sono basse rallentano le funzioni vitali e bevono di meno.