fbpx

Petunia

Le petunie hanno avuto una grande evoluzione negli ultimi anni. Da semplice piantina annuale da seme, dalla crescita limitata, gli ibridatori ci hanno regalato Petunie forti a grande crescita. La prima di tutte è stata la gloriosa Surfinia introdotta dalla ditta Lazzeri di Merano che ha stravolto il mercato, sostituendosi in parte ai tradizionali gerani come fiore ricadente da balcone. Dopo alcuni anni, una nuova rivoluzione in floricoltura ha allargato la famiglia delle Petunie con la Potunia della Dummen ! Meno vigorosa delle Surfinia la Potunia andava a inserirsi nella categoria che mancava, le piante che formano cuscini fioriti. Queste Petunie si possono usare nei vasi appesi, nelle cassette da balcone e grazie al loro portamento eretto anche nelle aiuole a terra. Esistono innumerevoli varietà di petunie ibride. Ogni azienda produttrice di talee ha ormai creato la propria linea di petunie che si differenza leggermente da quella del concorrente, abbiamo così le petunie a fiore doppio, le striate, le sfumate e anche di colore nero, che al di là della colorazione rappresenta sempre una rarità nel florovivaismo . La facilità di coltivazione, l’enorme assortimento di colori e la diversità dei portamenti delle Petunie ne hanno decretato l’enorme successo che ne gode tutt’ora. Noi al garden Monverde coltiviamo diverse varietà di Surfinia e Potunia, possiamo vantarci di avere nei mesi di Aprile e Maggio sempre più di 1.000 piante nei vari colori sempre a disposizione dei nostri clienti.

petunia surfinia, scheda coltivazione